Michael Pachter parla di Sony e Microsoft e il periodo di lancio di PS5

L’analista Michael Pachter, in una recente intervista rilasciata a GamingBolt, ha parlato di PS4 e di come Sony sia riuscita a riconquistare i vecchi fan Playstation:

“Senza contare il Nord America, Sony ha riconquistato gran parte dei possessori Playstation, Playstation 2 e Playstation 3. Fuori dagli Stati Uniti e dal Regno Unito, il brand Playstation ha un valore storico che può fare la differenza”

Pachter si è espresso anche sulle esclusive delle due case rivali:

Microsoft ha meno studi interni rispetto a Sony, inoltre gli stessi lavorano su prodotti di qualità media inferiore. I ragazzi di The Coalition sono in gamba, così come 343 Industries e Turn 10, studi che si possono tranquillamente paragonare a Naughty Dog o Polyphony. Il problema è che Sony ne ha decisamente di più. Anche Insomniac ha una lunga tradizione su PlayStation e lo stesso vale per Hideo Kojima, assicursi il suo prossimo progetto in esclusiva è stata una grandissima mossa. Anche Days Gone sembra interessante. Onestamente pensavo che Horizon Zero Dawn sarebbe stato terribile invece si è rivelato un enorme successo. Sony sviluppa videogiochi da 25 anni mentre Microsoft ha praticamente iniziato con Halo e Forza. Gears era una IP di Epic mentre titoli come Ryse sono stati sviluppati da Crytek, che non produce ottimi giochi da molto tempo. Rare ha perso il tocco e penso che Sea of Thieves non sia così incredibile, a dirla tutta non è stato nemmeno il miglior gioco di pirati dell’E3…”

Per quanto riguarda PS5, secondo Pachter potremmo vedere la nuova console Sony nel corso del 2019, tutto dipenderà dalle vendite di PS4 e PS4 pro che se continueranno a vendere potrebbero portare Sony a ritardare l’uscita di PS5.
PS4 e PS5 potrebbero coesistere sul mercato fino al 2022 e il prezzo di PS5 potrebbe essere di 399$ facendo calare il prezzo di PS4 pro a 199$.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? siete d’accordo? diteci la vostra nei commenti.

 

Lascia un commento